La storia di Nido del Corvo

Ristorante pizzeria Sassocorvaro


Nato come semplice chiosco negli anni ’70 la sala ricevimenti Nido del Corvo conosce una vera e propria trasformazione nel tempo, fino ad arrivare a rappresentare un punto fondamentale nella ristorazione per il centro Italia. Da semplice chiosco, infatti, negli anni si amplia trasformandosi in ristorante pizzeria. Oggi viene gestito da Emanuele Corsucci, un giovane imprenditore di Sassocorvaro intraprendente e di successo, che porta avanti da solo l’attività familiare ultraquarantennale.

Nido del Corvo a Sassocorvaro nasce con il padre e lo zio del giovane titolare, che con sacrificio e impegno decidono di intraprendere quest’attività, nell’ormai lontano 1967. Tutto nasce da un chiosco, un piccolo padiglione dove inizialmente vendevano solo panini. Ma favorito anche dalla posizione strategica per via del paesaggio strabiliante, in poco tempo il chiosco conosce un grande successo, diventando, così, un vero punto di ritrovo per gli abitanti del posto e non solo. Oltre a una clientela sempre più rinfoltita, grandi nomi si sono recati lì: spiccano senz’altro quelli di Albano e Romina. Non si sa se le strofe più famose della rinomata coppia della canzone italiana siano state pensate proprio mentre la coppia si trovava qui, ma è per certo suggestiva come immagine.

Grazie, infatti, alla vista panoramica mozzafiato e al piazzale che si prestava anche ad eventi, questo chiosco ha lasciato di certo il segno nel sassocorvarese.

Da piccolo e semplice chiosco, conosce negli anni una trasformazione graduale, aggiungendo, mano a mano, altri spazi. Spazi più grandi e personale più numeroso fino a diventare quello che è oggi: un maestoso locale all’interno del quale lavorano il titolare e i suoi collaboratori. Pronti ad accogliervi con grande cortesia e professionalità troverete, infatti, oltre all’eclettico Emanuele, uno staff, altresì, di professionisti con grande esperienza nel settore culinario, tra chefs, camerieri e capo-sala.

Un ruolo fondamentale lo riveste, inoltre, Daniele Corsucci: pizzaiolo, nonché fratello del giovane titolare. A questo “artista dell’impasto” và il merito di aver fatto guadagnare la nomea di pizzeria più buona del centro Italia, qualificandosi secondo al campionato di PizzaTime: una sfida all’ “ultimo impasto” tra 160 pizzaioli provenienti da tutta Italia, la cui finale si è svolta a Montecarlo.

La chiave del successo di Nido del Corvo a Sassocorvaro è la sua tradizione familiare. Una tradizione tutta al maschile di casa Corsucci, che Emanuele porta avanti con grande passione, dedizione e intraprendenza. Come i veri leader, infatti, si occupa dell’attività a 360°: dall’organizzazione eventi, alla scelta dei prodotti, finanche in cucina.